DENIM MANIA

Ogni donna dovrebbe avere nel suo armadio alcuni capi basic, una t-shirt, una camicia bianca, un tubino nero, un chiodo ed un paio di jeans. Questa stagione è DENIM MANIA, tutti sono impazziti per questo tessuto anche le grandi maison di moda come DIOR, che lo ha reso CHIC  realizzando pantaloni palazzo, giacche, tute in jeans dalla linea sartoriale, MAXMARA  ha realizzato un tailleur in lana effetto denim, altre grandi firme come GUCCI, ALEXANDER MCQUEEN, DOLCE & GABBANA, STELLA MCCARTNEY hanno proposto in passerella jeans cosparsi di strass, con perle, fiori, applicazioni gioiello ricamate. Il  modello più cool di questa stagione è sicuramente quello SKINNY, aderente a vita alta,  meglio se BLACK, RIPPED, ossia strappato, ma non troppo, sulle ginocchia con orlo tagliato a vivo e sfilacciato, lunghezza sino alla caviglia per evidenziarla ed attirare l’attenzione sulle scarpe, ma anche il più classico blue con trattamento  Stonewash, per realizzare un effetto used, cioè usato, invecchiato.  Gli altri modelli di tendenza sono il “MOM”, a vita alta, gamba dritta che stringe alla caviglia, non sono elasticizzati e stanno bene a chi ha una vita sottile ed i fianchi stretti, meglio se slavati o strappati con o senza risvolto. Il “BOYFRIEND”, ha vita bassa, cavallo basso e gamba dritta e larga, il “GIRLFRIEND”, è una versione slim del boyfriend, ha vita media, gamba dritta e cavallo leggermente sceso, in effetti sono un paio di jeans a sigaretta, il risvolto sul fondo o l’orlo tagliato a vivo sono d’obbligo, stanno bene a tutte e sono sempre di moda.  Il modello “SLIM”, a sigaretta, ha vita regolare vestibilità leggermente aderente ma non fasciante, è dritto ed un po’ più stretto verso il fondo, è un modello chic, classico, versatile ed adatto a molte occasioni, il “FLARE”, a zampa d’elefante, alcuni sono leggermente svasati sul fondo, c’è la variante CROPPED, più corta, che ha una caratteristica forma a trombetta. I miei preferiti sono gli SKINNY e gli SLIM, effetto used, nella versione classica con orlo al fondo del pantalone e senza strappi, ma impreziositi da applicazioni o spille gioiello. Di gran tendenza è il LOOK TOTAL DENIM, pantalone o gonna abbinata a camicia, giacca, chiodo, giubbotto nella stessa nuance, con o senza applicazioni ed Ecofur, abiti, tute e salopette.

(Articolo scritto da Gisella Barberio)

IL PARKA 

Quando  arriva l’inverno il  PARKA è un capo ideale per proteggersi dal freddo ed essere sempre alla moda, è  casual, comodo, caldo e versatile,  si adatta a tutte le occasioni, ci sono  modelli in tessuto tecnico ed  in jeans con o senza pelliccia, o ecopelliccia intorno al cappuccio, con cerniera a vista o con bottoni, che sono più sportivi e adatti al giorno, poi ci sono quelli in tessuti pregiati come la seta che diventano eleganti ed adatti anche alla sera. I colori più trendy quest’anno sono il verde militare con o senza applicazioni ed il camouflage.  Io personalmente sono una affezionata del più classico Woolrich modello luxury artic parka, lo trovo molto femminile, in quanto sagomato al punto giusto evidenzia delicatamente la figura.

CAPPELLI TRENDY

Con l’arrivo dell’inverno uno degli accessori più usati dalle  donne è il cappello, che oltre a  proteggere dal freddo completa l’outfit. Il classico berretto invernale, detto “Beanie Hat”, a forma di cuffia, stretta aderente al capo o morbida e lunga, in  lana o cotone, si riconferma di grande tendenza. Questa stagione  il BEANIE è proposto in svariati colori, stampe e versioni, da quelli più grintosi con borchie  a quelli bon ton e raffinati con uno o più pon pon, trecce, disegni jaquard,  arricchiti da fur ed ecofur, strass, con logo ben in vista, con visiera, con la veletta. Anche il cappellino da Baseball è di gran moda, uno dei  più richiesti è quello della linea FENTY by RIHANNA della PUMA. Un vero Must, ricercato dalle fashion victims, è il BASCO in pelle nero di CHRISTIAN DIOR, ma si trovano anche versioni più economiche in ecopelle o in lana. Alcuni modelli in lana colorata  sono impreziositi da una cascata di strass o perline come quello azzurro proposto da ELISABETTA FRANCHI che è tres chic.Gli stilisti hanno proposto  in passerella anche le Fascie intorno alla testa, in lana o tessuto e pietre colorate, il piu bello è quello realizzato da CHANEL, i Foulards che coprono il capo e si annodano intorno al collo,  il cappello da Cowgirl,  il Colbacco ed il Passamontagna. Si riconferma di gran tendenza il BORSALINO, in feltro, in tre versioni, quello classico a tesa media, con ala larga 6 cm, quello a tesa piccola con ala rialzata nel retro noto come TRILBY ed il modello FEDORA a tesa larga, con ala da 6.5 a 8 cm. Personalmente i miei preferiti sono il BORSALINO total black, in feltro nero, con la fascia di gros grain nera ed il logo dorato impresso, un cappello classico ed elegantissimo che valorizza  il volto e attira l’attenzione, il BERRETTO con cuffia stretta perché sta bene con qualsiasi capo d’abbigliamento, il cappello da baseball per un abbigliamento sportivo ed il BASCO che ha un fascino retrò.

(Articolo scritto da Gisella Barberio)

 

LA SPILLA: UN BIJOUX TORNATO DI MODA.

La spilla è un  accessorio  fashion a lungo dimenticato dagli stilisti, ma quest’anno tornato alla ribalta.  Per un effetto magnetico  che catturi   lo sguardo si puo indossare su  sciarpe, cappelli , cappotti , denim, ecofur , blazer, abiti, in particolare sul classico tubino nero, camicie e maglioncini  in lana rasata monocolore con scollo tondo. Io  ho acquistato  una spilla  gioiello con castoni pendenti in cristallo e  bronzo e  ne ho realizzata una a forma di stella  comprando l’occorrente in merceria ad un prezzo irrisorio. Consiglio a tutte di utilizzarla perché renderà i vostri outfit chic e luminosi.

BEACH WAVES TREND

Anche quest’inverno il capello mosso effetto onda  è  molto trendy e dona un aspetto naturale, le Beach Waves (letteralmente Onde da Spiaggia) stanno bene sia ai capelli lunghi che  alle lunghezze medie, valorizzano qualsiasi tipo di viso e si adattano ad ogni occasione, day and night. In commercio esistono piastre  in ceramica, facili da utilizzare, che consentono di creare quest’effetto, ma è possibile adoperare anche un classico ferro arriciacapelli. Navigando  su internet troverete  molti tutorial che vi spiegheranno come procedere.

Un Cappotto, tre versioni.

Uno dei capi Must  Have per quest’autunno inverno è il cappotto Doppiopetto. Ho pensato a tre versioni Classic , Sporty Chic , Chic.

Versione  Classic: pantalone a sigaretta con staffa, camicia con bottoni dorati, occhiali squadrati, borsa modello Tote, guanti in ecopelle, sneakers in vernice nera.

Versione Sporty Chic: jeans con applicazioni swarosky, tshirt bianca, giacca ecopelle black, sciarpa, berretto con spilla star, tracollina piccola con catenella, sneakers fenty creeper suede black.

Versione Chic: cappotto con cinturino a catenella intorno al girovita, sotto pantapalazzo in crepe abinato a camicia con fiocco , borsa modello  clutch black.

Trend color Fall-Winter 2017/2018 (tendenza colore autunno inverno 2017/2018).

Quest’articolo vuole essere un piccolo promemoria, un appunto da rammentare per tutte le lettrici che vogliono stare al passo con la moda e sono desiderose di conoscere i colori trend del momento per quanto concerne l’abbigliamento, l’arredamento, gli accessori ed il make-up. Ogni anno l’azienda americana Pantone, che è l’autorità di fama mondiale del colore in svariati settori e si occupa di elaborare tecnologie grafiche, di catalogare ed identificare i colori, individua quelli trendy per la stagione autunno inverno e per la primavera estate ed infine decreta il colore dell’anno. Solitamente la palette (tavolozza dei colori) Pantone è composta da 10 colori ed è stata sempre dedicata alla New York Fashion Week (NYFW), ma quest’anno, per la prima volta, ne ha destinata una alla London Fashion Week (LFW). A dire il vero i colori, tranne qualche eccezione, sono molto simili, come potrete vedere nella gallery (immagini), variano più che altro le nuance (gradazione di colore). Per la NYFW i colori sono il Golden Lime, una variante di verde acido, lo Shaded Spruce, un verde ottanio, il delicato Marina che ricorda un cielo limpido, il Navy Peony un blu profondo, il Neutral Gray un  grigio chiaro naturale, il Butterum che è una variante del Nude, un colore must da molti anni, un mix delicato tra beige e nocciola,  l’Autumn Maple, un’arancio caldo che ricorda il colore delle foglie secche autunnali, il Grenadine un incrocio tra un rosso scarlatto ed un corallo, il Tawny Port un bordeaux molto intenso, chiude la palette il Ballet Slipper un rosa delicato e leggero da ballerina. Per la LFW ritroviamo il Navy Peony ed il Blue Bell una variante più delicata del Marina. Il Royal Lilac un viola deciso, colore che torna prepotentemente in voga, il Primrose Pink un rosa pallido simile al Ballet Slipper, il Toast simile al cammello, ma in una variante più tenue, il Copper Tan una sorta di albicocca e l’Otter un fango scuro, il Lemon Curry un giallo senape ed il Golden Olive il colore delle olive appena mature, chiude la palette il Flame Scarlet, un rosso fiamma vivace. Personalmente ritengo che la palette Pantone rappresenti una fonte di ispirazione, un input per la scelta dei colori, ma ogni donna è unica e si distingue dall’altra sia nei tratti fisici, carnagione e colore dei capelli, che per la predisposizione umorale e l’attrattiva mentale verso un colore piuttosto che un altro. Il miglior suggerimento che vi possa dare è indossare i capi, gli accessori, le scarpe e le borse, testare i prodotti di make-up ed infine scegliere le tinte che vi fanno sentire raggianti, con cui nasce un feeling istantaneo, che donano al vostro incarnato e vi regalano un alone di allure. Per quanto concerne l’arredamento molto dipende dallo stile della casa, ad esempio nello “Shabby Chic” (letteralmente usurato elegante), che al momento sta riscuotendo  enorme successo, anche se è nato negli anni 80, i mobili, preferibilmente lavorati ed intarsiati, sono ridipinti con colori chiari e delicati, prevale il bianco, ma coesistono anche i colori pastello come rosa, azzurro, avorio, viola, beige e grigio chiaro, in una fase successiva sono decapati (dal francese décaper che significa scrostare, sverniciare, raschiare, pulire), in pratica mediante lana d’acciaio, carta abrasiva e spazzola metallica si raschia il colore in modo da scoprire il legno e renderne visibili le venature, i nodi ed attribuire un effetto falsamente usurato, trasandato, invecchiato, romantico. Ciò che definisce fortemente lo stile “Shabby Chic” è la colorazione, penso che alcuni colori della palette Pantone sarebbero perfetti, ad esempio il Neutral Gray, il Ballet Slipper ed il Primrose Pink, il Blue Bell, il Marine ed il Butterum. In ultimo, ma non meno importante, cercate di accostare i colori in modo che si crei un’armonia cromatica, che risultino piacevoli ad uno sguardo d’insieme e diano una sensazione di benessere e relax.

(articolo scritto da Gisella Barberio)

Pantone-Color-Palette-for-London

Pantone-Color-Palette-for-New-York

TENDENZA MODA: BOOM ECO-FUR (ECOPELLICCIA)

Anche quest’anno, il boom della pelliccia ecologica non accenna a diminuire, gli stilisti hanno proposto sulle passerelle della collezione autunno-inverno 2017/2018 come capo MUST HAVE l’Ecofur in vari modelli, lunghezze e colori. La Fake Fur (pelliccia falsa) è  democraticamente corretta ossia mette d’accordo un po’ tutti anche coloro che non amano la pelliccia vera per l’amore che nutrono verso gli animali ed è talmente ben fatta che si confonde con l’originale, è calda, comoda e avvolgente ma molto più pratica e leggera, è popolare perché accontenta tutti i budget. La stagione vede l’esplosione di un arcobaleno variopinto di colori si va dal rosa in varie nuance all’azzurro, ai più classici nero, vaniglia, cammello, blu profondo e grigio chiaro naturale, poi colori vivaci come il viola, il rosso scarlatto e corallo, il giallo acceso, il senape, il verde nelle varianti ottanio e acido, anche con la tecnica del color block cioè accostando più colori sullo stesso capo. Largo sfogo alle stampe animalier, alle righe, ai pois, ai disegni e ai ricami, i modelli hanno pelo rasato o lungo, liscio o riccio, molti sono reversibili come avere 2 capi in 1. Ci sono gilet e cappotti oversize (molto comodi e ampi), le lunghezze sono varie, extra-lungo fino al polpaccio ideali per le più alte e magre con cinta intorno alla vita per evidenziarne il punto; ma anche giubbotti corti che slanciano la figura, con o senza cappuccio, e cappottini a 3/4. Il gilet, corto o lungo, si indossa comodamente da solo o sopra il piumino e il caban. La pelliccia si mixa con altri tessuti come interno caldo ed avvolgente ad esempio jeans, lana, piumino, cashmere. L’influenza del trend eco-fur è evidente anche negli accessori, stole, sciarpe, cappelli, spille, borse, scarpe, abiti. Io personalmente per il giorno opterei per colori accesi come un caldo rosso o un viola che illuminino le giornate più buie e fredde che ci attendono, il rosa ritengo valorizzi le bionde e l’azzurro le more, per la sera il nero è un evergreen, ma anche il bianco non vi farà passare inosservate, vi consiglio di indossare una spilla di cristalli sul capo vi renderà ancora più splendenti ed uniche e vi darà un tocco di fascino ed eleganza. 

(Articolo scritto da Gisella Barberio)

Eco Fur 2Eco Fur 3Eco Fur 4Eco Fur 7eco fur 1Eco Fur 5Eco Fur 6